Prentiti cura del tuo ferro da stiro!

Ferro da stiro o sistema stirante non c’è differenza:

  • il calcare è il nemico per eccellenza!

Che cos’è quello che comunemente chiamiamo calcare dell’acqua? E’ carbonato di calcio o carbonato di magnesio, un componente naturale di cui si arricchisce l’acqua.

Quando il ferro da stiro scalda l’acqua, al di sopra dei 35°, il calcare comincia a depositarsi.

Utilizzo dopo utilizzo, il calcare si incrosta nella caldaia, nella piastra, nei vari condotti e componenti a contatto con l’acqua, causando otturazioni, danni alle resistenze ed inducendo il ferro a gocciolare.

  • Che acqua usare?

L’acqua del rubinetto, a seconda della durezza, lascia depositi; invece, l’acqua distillata tende a corrodere parzialmente le parti metalliche, lasciando anche alcuni depositi. Infine, l’utilizzo di acqua demineralizzata si può paragonare a quello dell’acqua distillata.

L’uso di acqua in bottiglia non serve: costa solo di più!

  • Precauzioni sull’acqua: Come renderla adatta allo scopo

Quale soluzione adottare?

In commercio si trovano anticalcari specifici per i ferri da stiro!

Alcuni di questi sono naturali, atossici e non inquinanti,

Evitano la formazione di depositi e, nello stesso tempo, il ferro genera un vapore più secco, l’autonomia aumenta, aumentado, di conseguenza, anche la vita dell’apparecchio!

  • Pulizia

Pulire il ferro da stiro è indispensabile.

Il consiglio è di svuotare la caldaia nei ferri tradizionali dopo l’utilizzo e sarebbe ottimale sciacquare la caldaia.

Invece, nei ferri senza caldaia, non sempre è possibile accedere alla caldaia. Tuttavia, alcuni apparecchi sono provvisti di un tappo speciale che accede direttamente alla caldaia. Questi apparecchi possono essere trattati come tradizionali.

Un altro problema che ci si trova ad affrontare riguarda la piastra, che tendendo a trattenere residui, rende difficile lo scorrimento del ferro sui capi.

Per risolvere il problema, in commercio si trovano speciali scioline adatte ad eliminare i residui.

Ma se la piastra è incrostata e la rimozione dei depositi risulta difficile, contattateci.

I vecchi rimedi, come l’uso dell’aceto, a volte, recano danni invece di risolverli.

Riassumendo:
  1. L’aceto utilizzato nel ferro da stiro come decalcificante renderà i capi macchiati e maleodoranti, e protrebbe creare problemi.
  2. Sconsigliato l’uso di profumi, in quanto generano un deposito oleoso.
  3. Per la decalcificazione fai da te, consigliamo l’uso di decalcificanti specifici.
  4. Evitare di lasciare l’acqua dentro il vostro sistema stirante.
  5. Periodicamente è bene eseguire una decalcificazione.

 

La garanzia non copre la decalcificazione dei ferri da stiro e dei sistemi stiranti.

Se il vostro apparecchio necessita di una pulizia più accurata, oppure volete eseguire una decalcificazione non esitate a contattarci. Provvederemo a pulire la caldaia, piastra, condotti e tutte le altre parti a contatto con l’acqua.

 #ferrodastiro #stiro #cura #calcare #nemico #decalcificare #decalcificante #aiuto #elettroservicepavia

Clicca per condividere
Share on Google+Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestEmail this to someone

4 Commenti a “Prentiti cura del tuo ferro da stiro!

  1. rasi luciano

    dopo 10 mesi dall’acquisto di un ferro Rowenta abbiamo avuto problemi sul funzionamento.Ci siamo recati presso un centro assistenza, dove ci hanno rilasciato apposita ricevuto con barrata la casella GARANZIA e dopo circa 2 settimane siamo andati a ritirare il ferro.Ci sono state addebitate euro 55 in quanto è stata riscontrata la calcificazione della caldaia, sostituito gruppi elettrovalvola + fascetta.Abbiamo fatto inutilmente le nostre rimostranze perchè, avendo acquisito i nostri dati, comprensivi di numero telefonico, i titolari della ditta avrebbero dovuto avvertirci sulla spesa necessaria per la riparazione e la non copertura di garanzia trattandosi di calcificazione e quindi escusa dalla garanzia stessa.In piu’ non i sono stati restituiti i pezzi riscontrati fuori uso.
    Ora vorrei sapere se una calcificazione dopo appena 10 mesi dall’acquisto può produrre i danni riscontrati.Grazie

    • Elettroservice Post author

      Gentile Utente,

      Purtroppo la garanzia europea non copre la decalcificazione in quanto è dovuta all’usura dell’apparecchio e non è imputabile come un difetto di fabbrica.

      Ogni elettrodomestico che funzioni con l’acqua, periodicamente, ha bisogno di lavaggi decalcificanti che sono a completo carico dell’utente. Noi proponiamo specifici decalcificanti che se usati costantemente con dei piccoli accorgimenti aiutano a posticipare il passaggio nel centro assistenza per la decalcificazione “professionale”.

      Il calcare negli elettrodomestici ostruisce i condotti, di conseguenza provoca anche la rottura di altri componenti elettromeccanici come valvole e pressostati oltre che a isolare le resistenze.

      Non c’è una tempistica specifica che indica quando e come fare la decalcificazione. Dipende dal ferro, dalla durezza dell’acqua e dall’uso.

  2. Fabio

    Ok Ma ogni quanto andrebbe svolta la decalcificazione in un ferro da stiro tradizionale? dato che purtroppo non viene coperta dalla garanzia.
    Grazie e attendo una risposta.

    • Elettroservice Post author

      La frequenza per effettuare la decalcificazione dipende dall’uso e dalla durezza dell’acqua.
      Se la tempistica non è indicata sul libretto istruzioni, generalmente va eseguita nell’arco di tre mesi, sempre tenendo conto dei fattori sopra citati. I tre mesi sono un intervallo indicativo, si può anticipare tranquillamente.
      I prodotti in vendita nei nostri negozi non danneggiano gli elettrodomestici, di conseguenza possono essere usati quante volte si voglia senza che rechino malfunzionamenti.

Rispondi a Fabio Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>